Logotipo di EvoSist

AUCTORES: sistema di programmazione ad operatori.

Autore: Sergio Iovacchini



Progetto

Home
Forum
Forum relativo
a questo argomento
Indice Argomenti
Pianificazione
Descrizione del Progetto
in PDF
in HTML
Bibliografia


Autore

Curriculum dell’autore
Contattare l'autore

<<<

La composizione.

Come già affermato il sistema AUCTORES è interamente basato sulla composizione tra operatori; questa avviene o per la sostituzione del connettore con il risultato della composizione tra il connettore stesso e l’ambiente di conoscenza, o per la trasformazione del simbolo ad opera di un processore che costituisce il nucleo dell’operatore stesso.

Per processore si intende un meccanismo hardware o una entità software, esterna al sistema AUCTORES, che è attivato dal simbolo che lo rappresenta e che trasforma i simboli che riceve dall’operatore fornitore in altri simboli che saranno fruiti da operatori a monte della composizione. L’operatore che ingloba il processore è detto per ciò operatore semantico.

Ciascuna composizione si effettua componendo l’operatore semantico con l’operatore connettore e questo con l’operatore fornitore. Praticamente si considera come unico operatore la composizione tra l’operatore semantico ed i suoi connettori, mentre nella composizione con un ambiente di conoscenza si effettua la composizione tra il connettore e quest’ultimo, ed il risultato è fruito dall’operatore semantico.

Ciascun processore riceve informazioni da un determinato numero di canali; ciascun canale consiste in un flusso di informazioni rappresentate in modo che sia elaborabile dal processore stesso ed ognuno di essi è “alimentato” dalla composizione tra il connettore ad esso collegato e l’ambiente di conoscenza: se per esempio il processore è una routine con un numero n di parametri, ciascun parametro è un canale del processore ed il tipo di informazione che esso elabora è molto probabilmente un indirizzo di memoria o una coppia indirizzo/lunghezza di un frammento di memoria.

Esiste un’equivalenza col λ calcolo, se, per esempio, P è un processore che ha 3 canali, esso equivale alla funzione:

   λx.λy.λz.(((P)x)y)z

dove ognuno dei 3 connettori collegati ai canali corrisponde ad una delle 3 variabili bound x, y, e z della funzione P (gli operatori di interfaccia, ovvero i connettori svolgono in altri termini il ruolo di variabili) e l’attivazione del processore equivale alla sostituzione β (applicazione).



>>>