Logotipo di EvoSist

AUCTORES: sistema di programmazione ad operatori.

Autore: Sergio Iovacchini



Progetto

Home
Forum
Forum relativo
a questo argomento
Indice Argomenti
Pianificazione
Descrizione del Progetto
in PDF
in HTML
Bibliografia


Autore

Curriculum dell’autore
Contattare l'autore

<<<

Operatori.

La descrizione operativa è la descrizione che avviene a partire dalla composizione di concetti più elementari, ossia primitivi oppure già definiti, e corrispondenti ciascuno ad un’operazione. La rappresentazione di una operazione è detta operatore e, poiché una entità che fruisce di informazioni fornite da un’altra è a sua volta fornitrice di informazioni ad un’entità successiva nella catena del processo, ognuna di queste entità è un operatore.

Nella trattazione in corso, ciascun operatore è rappresentato da un simbolo: un simbolo è un insieme (una configurazione) di rappresentazioni di variazioni di stato (bit) su un supporto quale esso sia, (per es. memoria); si intende per programma una sequenza di simboli, mentre si intende per processo l’elaborazione determinata dal programma che lo descrive.

L’operatore così concepito assume significato soltanto in composizione con un altro operatore e l’insieme dei due costituisce il “processo minimo” che si può definire ed i due simboli corrispondenti sono il “programma minimo”.

La composizione tra operatori consiste nel fornire da parte di un operatore (perciò detto operatore fornitore) un simbolo all’operatore a cui è rivolta la descrizione operativa, nella forma e nelle modalità che hanno significato per esso (tale operatore è perciò detto operatore fruitore).

Un processo è costituito da funzioni, ciascuna di esse è rappresentata da un operatore, ed implica la composizione delle operazioni di cui è formato: l’elaborazione avviene in modo che il risultato di una prima composizione sia a sua volta oggetto di composizione con l’operatore logicamente successivo fino all’esaurimento del processo stesso: questo si riflette nel programma che lo rappresenta dove la composizione tra gli operatori (simboli) determina la produzione di un nuovo simbolo (operatore) che rappresenta a sua volta la composizione delle operazioni.

In un elaboratore del tipo di von Neumann, l’ultimo anello della catena di composizioni è la rappresentazione dei simboli in memoria; questi simboli sono elaborati da operatori che hanno il compito di trasformare la rappresentazione in memoria di tali simboli in operatori più complessi che saranno a loro volta composti con operatori di livello logico superiore.



>>>